T   H   E   A   T   R   E

Il Mistero della carovana senza cavalli

Uno spettacolo di ombre e lanterne magiche

 

 

Teatro di ombre, marionette, proiezioni, mimica, pittura e lanterne magiche, tutto questo si muove e trova spazio all’interno de “Il mistero della carovana senza cavalli uno spettacolo decisamente sperimentale che nasce dall’incontro, su uno spazio bianco, di disegni, colori ed ombre con la parola e la musica. La completa fusione di questi elementi porta lo spettatore in un mondo magico, facendolo viaggiare nel tempo, nell’universo del pre-cinema, dei cantastorie lanternieri e dell’antica tradizione popolare dei teatri d’ombre.

Sulla tela bianca vengono raccontate tre storie, unite da un filo conduttore; descrivono il viaggio più importante che può compiere l’uomo nella sua vita: il suo anelante ritorno verso casa. Saranno quindi le sagome, le proiezioni, i giochi di colore e la mimica a farci viaggiare in un mondo magico e fantastico dove lo spazio bidimensionale gioca con le prospettive e la musica dal vivo del pianoforte con il racconto e la parola.

Gli spettatori saranno così portati all’interno di in una minuscola osteria dove potranno riassaporare il significato e il valore profondo del buon cibo e dell’incontro con l’Amico per poi partire per un viaggio che li catapulterà in una dimensione completamente nuova; ma dovranno superare il proprio isolamento, il silenzio, le credenze, le paure e le superstizioni.

 

Tutto questo avviene in modo leggero, mediante il sovrapporsi di suggestioni figlie di tempi e di modi di parlare diversi. Un viaggio quindi straordinario, dove si potrà incontrare animali fantastici, come l’elefante che crea la pioggia o personaggi immaginari come l’eremita o il governatore di Hum , la città più piccola del mondo.

La voce narrante si interseca tra le immagini tessendo, insieme alla musica, un tappeto di suggestioni caldo e vibrante.

Lo spettacolo prende vita dalla pagine de “La carovana senza cavalli ed altre storie” una graphic- novel di Giacomo Roberto ed è stato realizzato dallo stesso Giacomo Roberto con l’assistenza di Manola Alberighi e Rugiada Roberto.

La voce recitante è di Tazio Torrini, le Musiche originali e realizzate dal vivo sono di Simone Maggio

 


1    2